Le ragioni del concorso

Il progetto “ CREATIVITA’” è nato con l’obiettivo di conoscere, individuare, analizzare le regole, i linguaggi, gli strumenti, le abitudini di un linguaggio giovanile che appare ancora misterioso al mondo scolastico italiano: il linguaggio multimediale e in particolar modo il linguaggio degli SMS.

Se questo groviglio comunicativo, in cui oggi si intrecciano infinite possibilità di conoscenza, affascina numerosi settori della cultura ( dal mondo dell’editoria con pubblicazioni di dizionari che analizzano il linguaggio SMS, al mondo della politica e della finanza che utilizza gli short message, a quello dell’arte), il luogo propulsore della cultura, cioè la scuola, rimane spesso assente di fronte alla forza rivoluzionaria offerta da questo nuovo tipo di linguaggio.

Così abbiamo voluto “rovesciare” un po’ i vecchi schemi e impostazioni culturali addentrandoci in questo nuovo linguaggio multimediale.
Nel caso degli SMS spesso lo scopo di chi trasmette il messaggio è essenzialmente quello di produrre, con la massima efficienza, un effetto di qualche tipo sul destinatario, realizzando così le proprie intenzioni comunicative. Nello spazio massimo di 160 caratteri si deve racchiudere tutto ciò che si ha intenzione di trasmettere: richieste, informazioni, accordi, espressioni di affetto o di amore, la conferma della presenza di sé nella vita dell’altro e, perché no, una poesia.

Nella maggior parte dei casi lo scambio comunicativo non risulta fine a se stesso, ma sottende uno scopo che è ben chiaro nella mente di chi produce il messaggio.

Oggi i ragazzi non scrivono più lettere cartacee, ma solo SMS, E-mail e EMS; il rapporto con la dimensione temporale sta cambiando, imperversa il processo di globalizzazione e la multimedialità, che fino al decennio scorso rimaneva confinata a specifici settori del sapere, oggi trionfa nella quotidianità.

Certamente ci troviamo di fronte ad un italiano nuovo, quello dell’uomo tecnologico, caratterizzato da SMS, infarcito di simboli smileys, parole inglesi che sono poi dimenticate se studiate sui manuali scolastici, frasi prive di verbi e costruite all’insegna della paratassi.

Ci dobbiamo chiedere allora: l’italiano, che risuona nelle aule delle scuole, è ancora analizzabile secondo i canoni delle grammatiche, oppure siamo in presenza di un linguaggio funzionale ad un’esigenza di comunicazione in tempo reale? Di fronte all’immediatezza e alla essenzialità del linguaggio multimediale, l’italiano rimane una lingua di costruzione o ha un ruolo associativo rispetto al mondo dei simboli, delle immagine e dei suoni? Alcune risposte probabilmente si possono trovare nell’elaborazione di questo progetto costruito sulla creatività e sulla sperimentazione.


Il Dirigente Scolastico
Prof. Pasquale Matarazzo

Modalità di partecipazione

Il tema del concorso di quest’anno è

Mare Nostrum

Immagini del nostro tempo

Il più ricco di fascino, luogo di origine della cultura occidentale, palcoscenico di miti e leggende, più che ostacolo ponte tra popoli e culture. Culla di antiche civiltà è ricco di colori, sapori, odori, suoni e di nuove tragedie.

Scegli uno o più di questi aspetti e componi il testo e l’sms.

La lunghezza massima del testo poetico è di 20 versi

Gli alunni della V classe della scuola primaria (scuola elementare) consegneranno il lavoro in formato Word 97 (o altra videoscrittura) con il testo sia in forma di sms, sia in forma poetica. Coloro che vorranno potranno presentare anche il file Power Point.

Gli alunni della scuola secondaria di primo grado (scuola media) consegneranno il lavoro in formato Word 97 (o altra videoscrittura) con il testo sia in forma di sms sia in forma poetica e allegheranno anche il file in formato Power Point 97 con delle immagini che valorizzino il testo.

Il tutto può essere inviato, entro il 30 aprile 2014, all’indirizzo di posta elettronica sms.diventanopoesia@gmail.com oppure può arrivare alla segreteria della scuola secondaria di primo grado, attraverso un chiavetta usb, all'attenzione della prof.ssa Alessia Riccardi. È preferibile evitare l’uso di cd masterizzati che non possono essere riutilizzati né riciclati e finiscono in discarica.

L'autore dovrà indicare il proprio nome, cognome, classe e plesso di appartenenza. Il materiale deve essere originale, perciò andrà inserita anche la dichiarazione dell'autore che il testo presentato è originale ed elaborato da lui medesimo.

Nella cerimonia, che si terrà a maggio 2014, verranno premiati i primi tre classificati per la scuola secondaria di primo grado (scuola media) e il primo classificato per la scuola primaria (scuola elementare).

Tutti i componimenti presentati alla manifestazione verranno pubblicati sul questo blog.

IL CONCORSO E' RISERVATO AI SOLI ALUNNI DELL'ISTITUTO COMPRENSIVO "ORESTE GIORGI"

mercoledì 24 febbraio 2010

gli strumenti della poesia: i versi

Sfogliando le pagine di un libro, ci accorgiamo di avere di fronte una poesia quando vediamo che le parole non occupano tutto lo spazio disponibile.
Il poeta scrive delle parole e termina la riga prima di arrivare al bordo della pagina.
Le righe di una poesia si chiamano versi

Come decide un poeta il punto in cui andare a capo?
Come decide dove finire il verso?

1)Va a capo dove termina la frase?

2)Va capo dove termina sulla parola più importante?

3)Va capo verso quando ha raggiunto un numero di sillabe prestabilite?

4)Va capo verso dove c'è una parola in rima?


Il poeta può scegliere di adottare una misura stabilita nel costruire i suoi versi oppure può scrivere dei versi liberi, senza misura fissa ; può inserire delle rime o degli altri artifici quali assonanze o consonanze. Anche tu, nel comporre la tua poesia, puoi scegliere tra queste modalità.

Per approfondire l'argomento leggi:

http://www.treccani.it/Portale/elements/categoriesItems.jsp?pathFile=/sites/default/BancaDati/Enciclopedia_online/M/ENCICLOPEDIA_UNIVERSALE_3_VOLUMI_VOL2_016297.xml

oppure

http://it.wikipedia.org/wiki/Metrica_italiana

5 commenti:

  1. daisy lucidi1 marzo 2010 09:51

    ke bella idea spero di vincere !!XDXD no vabbè dai l'importante è partecipare !!! buona fortuna a tt i partecipanti !!

    RispondiElimina
  2. arianna bianchi1 marzo 2010 09:53

    questo blog è un vero portento e auguro a tt buona fortuna!!!

    RispondiElimina
  3. daisy lucidi1 marzo 2010 09:54

    GRAZIE ALTRETTANTO !!!

    RispondiElimina
  4. spero di vincere,purche la mia poesia è bellissima.auguro a tutti buona fortuna!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. tiziano ferro's fun23 marzo 2010 18:16

    comunque è un BBEELL CCOONNCCOORRSSOO!!!!!!!!!!

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.